COME FACCIO A SAPERE SE HO DIRITTO A UN RISARCIMENTO DA DANNO MEDICO?

RISPOSTE A DOMANDE FREQUENTI

Come faccio a sapere se ho diritto a un risarcimento per un danno medico?


Il primo passo è DIMOSTRARE che ci sia stato un errore a carico di un medico, della sua equipe o della struttura sanitaria coinvolta. Per farlo devi: - agire in fretta, prima possibile; - raccogliere i documenti (le cartelle cliniche complete e tutti i referti); - tenere traccia degli eventi (in forma scritta). Il secondo è verificare la documentazione: - essere certi che non manchi nulla; - provvedere a integrarla se necessario. Il terzo è sentire i pareri di diversi professionisti (medici specialisti e - legali che siano ferrati sul tema che ti ha colpito). Il quarto è prendere contatto con la struttura sanitaria coinvolta tramite una struttura di professionisti che sanno come farlo, con quali modi e in che tempi.




Perché non chiedete anticipi?


Perché tutti i costi di indagine e di istruttoria dei casi, così come le spese per le analisi, gli accertamenti, le perizie legali e quelle specialistiche sono anticipate da noi. Siccome non siamo una Onlus, e non riceviamo finanziamenti né privati né statali e visto che i costi sono molto alti, possiamo permetterci di seguire solo casi che siano: - dimostrabili; - accaduti in un lasso di tempo tollerato dalla legge; - legati a eventi avversi gravi o gravissimi, cioè tali da compromettere (quando non addirittura terminare) la vita del paziente. Anticipiamo ogni spesa fino alla chiusura del caso. Solo se il caso porta a un risarcimento del danno, chiediamo una percentuale sul risarcimento ottenuto.




Che cos'è un errore medico?


Si parla di errore medico quando lo stato di salute del malato si aggrava per imperizia, imprudenza o negligenza per colpa del medico e del personale sanitario. Ogni anno, secondo le stime ufficiali del Ministero della Salute, in Italia si verificano circa 320.000 casi di malasanità, solo per parlare degli errori tanto gravi da compromettere l’esistenza dei pazienti colpiti. Oltre a questi numeri, la realtà dei fatti ci dice che molti casi restano insoluti perché - purtroppo - la maggior parte delle vittime non denuncia i fatti accaduti. Leggi il post: Come riconoscere un errore medico




Quanto tempo ho per chiedere i danni dopo un errore medico?


Per richiedere i danni da malasanità ci sono dieci anni di tempo da quando si viene a conoscenza del fatto o dalla manifestazione dell'evento.




Come si presenta una domanda di risarcimento in caso di errore medico?


La richiesta deve essere avvalorata da adeguati pareri e relazioni mediche che la nostra struttura fornisce senza anticipi.




Posso ottenere un risarcimento per un errore medico da solo?


Sì, puoi, se sai come farlo ma come per quasi tutto nella vita, ti servono competenze specifiche. Noi, come struttura privata, senza sovvenzioni statali, non possiamo seguire tutti, e siamo costretti ad assistere solo una piccola parte delle vittime che ci scrivono, ovvero quelle che hanno subito i danni di un errore medico grave e gravissimo.




Perché vi occupate di malasanità?


Perché fare in modo che chi lavora bene resti e chi lavora male se ne vada dagli ospedali e dalle strutture sanitarie del nostro Paese è un dovere civico. Per questo abbiamo deciso di occuparci di malasanità e di errori medici:

  1. Per far emergere gli errore e quindi contribuire a ridurli;
  2. per riconoscere i sintomi, trovare le cause e rimuoverle per tutelare il diritto alla salute e al benessere;
  3. per migliorare il sistema sanitario e il benessere di tutti.
Questi sono i tre principi alle fondamenta del nostro impegno e le ragioni per cui nel 2000 abbiamo dato vita a Coroca Group.




Chi può rivolgersi a voi? Cosa fate per loro?


​Le persone che seguiamo richiedono il nostro intervento per ottenere il riconoscimento dei danni subiti da chi avrebbe dovuto curarli. La difficoltà maggiore è trovare chi possa ascoltarli con cognizione di causa, possa occuparsi del loro dolore e provvedere a dimostrare il torto subito. Per riuscirci, abbiamo aggregato una selezione di professionalità e ne abbiamo fatto un nucleo in grado di individuare le anomalie, riconoscere gli errori e agire per tutelare e risarcire i nostri assistiti.




Come scegliete chi difendere?


Rispondiamo a ogni richiesta (sensata) e diamo un seguito perfino a ciò che non lo è. Su più di mille richieste ricevute ogni anno, apriamo al massimo una sessantina di fascicoli per curarci di meno di cinquanta casi. Scegliamo con cura i casi da seguire, investiamo in prima persona per analizzare i documenti, far fare perizie medico-legali e pagare specialisti. Prendiamo in considerazione solo eventi che possano avere un seguito e spendiamo il nostro denaro per appurarlo. Non chiediamo MAI anticipi e non addebitiamo alcun costo, nemmeno se il risarcimento non dovesse arrivare.





Pensi di essere stato vittima di un caso di malasanità e non sai cosa fare? 
Contattami
Ricevo a
Milano, Roma, Torino, Bologna, Prato, Perugia. 

francostefanini193@gmail.com

LEGGI I LIBRI DI FRANCO STEFANINI

  • Facebook - Black Circle
  • YouTube - Black Circle