Medicina difensiva: perché serve parlarne?



Per più di una buona ragione.

Tanto per cominciare perché è un argomento fastidioso e in secondo luogo perché non parlarne sarebbe come giocare a nascondino stando a occhi chiusi dietro al proprio dito, pensando non ci trovi nessuno. Infine, al terzo posto sul podio dei motivi che ci spingono a parlare di medicina difensiva, ci sono almeno dieci miliardi di ragioni, espressi in valuta corrente.

Secondo il documento prodotto dal Ministero della Salute, il solo avanzo imputabile alla cosiddetta 'medicina difensiva positiva' costa ben dieci miliardi di Euro.

«In assenza di stime affidabili sui costi della medicina difensiva “negativa”, si valuta che solo quella c.d. “positiva” (surplus di spesa sanitaria non legata a finalità terapeutiche ma alla riduzione del rischio di contenzioso) valga annualmente 10 miliardi di Euro»

In pole position fra i meccanismi da mettere in atto per contrastare il fenomeno e ridurre gli sprechi, suggeriti dal Ministero, leggiamo come sia consigliato un approfondimento sul tema della normativa vigente. Stando al Ministero, in Italia, la malpractice è in parte imputabile al comportamento medico, ma è anche la conseguenza delle scelte di un legislatore “poco attento” e delle decisioni di magistrati volubili.

#francostefanini #risarcimentimedicifrancostefanini #medicinadifensiva

5 visualizzazioni

LEGGI I LIBRI DI FRANCO STEFANINI

  • Facebook - Black Circle
  • YouTube - Black Circle