CARTELLA CLINICA | Errori e Responsabilità medica



La cartella clinica è un documento importantissimo, spesso sottovalutato dai pazienti e da chi ricorre a una struttura ospedaliera anche più volte nella vita.

È un monitoraggio scritto di tutta la terapia, dell'evoluzione della patologia e della sua cura, compilato dallo stesso personale sanitario che esegue le operazioni sui pazienti.

Questo fa sì che la cartella clinica spesso sia incompleta, lacunosa, compilata a mano a “cose fatte”, e spesso è impossibile utilizzarla come prova e come elemento probatorio.

La cartella clinica è sempre e comunque un atto pubblico, ovvero un documento che vale come piena prova in fase di denuncia o querela: solitamente avviene quindi il sequestro, a prescindere dall’iniziativa del privato.

In Italia non esistono statistiche affidabili e regolari sui danni in ospedale, sugli errori medici e sulle complicazioni sanitarie dovute a casi di malasanità.

L’unico termine statistico esistente sono le cosiddette SDO (Schede di Dimissioni Ospedaliere) realizzate dall’ISTAT ogni anno, che indicano appunto soltanto le dimissioni avvenute in ogni singolo ospedale.

Dal numero di avvenute dimissioni dei pazienti in ospedale dipendono poi la rendicontazione di contributi e la possibilità di realizzare interventi.

Non esiste in Italia l’obbligo di fare emergere l’errore medico, da parte del dipendente ospedaliero e questo ovviamente comporta un numero imprecisato di omissioni.

Si può ipotizzare che un cittadino su dieci che entra in una struttura ospedaliera possa rimanere vittima di un errore sanitario, anche senza danni o senza eventi avversi.

Uno strumento importante per fare emergere queste statistiche dovrebbe essere la cartella clinica.

Le Procure e/o la polizia giudiziaria sono perfettamente in grado di smascherare simili condotte, anche attivando perizie calligrafiche in grado pacificamente, anche basandosi su semplici differenze di pressione della penna o altre pur impercettibili minuzie, di accertare eventuali modificazioni successive del testo originario.

In ogni caso, non deve trascurarsi che, il reato cui si va incontro in tali casi - il falso ideologico - è più grave dello stesso illecito che in tal modo si vorrebbe scampare, comportando anche conseguenze disciplinari per il medico.


Ritieni ci siano stati gravi errori o mancanze nel tuo referto o in quello di un tuo caro? Ci sono state conseguenze gravi? La cartella clinica omette informazioni importanti?

Scrivici subito.

#cartellaclinica #masasanita #documentoufficiale #errorimedici #cartellaclinicaincompleta #cartellaclinicaalterata

52 visualizzazioni