Anna Leonori e il tumore inesistente

Anna entra in ospedale per un'operazione di routine.



"Una cosa da nulla" - le dicono, per rassicurarla prima di asportarle un polipo che viene poi analizzato e identificato come maligno, "di un quarto grado infiltrante (gravissimo) che coinvolge tutta la vescica."

A questo punto, Anna cambia ospedale e da Terni va in quello di Roma.


L'esame istologico si ripete e il risultato pure: tumore maligno di quarto grado, infiltrante.

Anna entra quindi in sala operatoria e le rimuovono vescica, utero e ovaie.

Quando però l'esame istologico viene ripetuto sugli organi asportati, l'esito è negativo.

Negativo, cioè: nessun tumore, di nessun grado!


«Mi sono ritrovata senza i miei organi e con una vescica artificiale che mi ha provocato una serie di infezioni.» - racconta Anna - «A maggio 2017 il primo campanello d’allarme con un ricovero per fortissimi dolori addominali. Torno al Regina Elena dove cercano un tumore al peritoneo, ma l’esame istologico in laparoscopia dà esito negativo».


Nel mese di ottobre i dolori si ripresentano.

Viene ricoverata per una setticemia e rimane in coma per 80 giorni durante i quali inizia la necrosi agli arti. Da qui viene spostata al centro grandi ustionati di Cesena, dove le asportano tutti e quattro gli arti.

Niente più gambe.

Niente più braccia.

E tutto per una diagnosi sbagliata.

Anzi, per due.


Il disastro di oggi, e le difficoltà che Anna deve affrontare sono la conseguenza di una diagnosi errata, anzi, di due. Ma non ne scriviamo per farvi condividere la notizia, né per fare polemica.

Ne scriviamo perché per superare queste difficoltà, o almeno per alleviarle, Anna ha bisogno di aiuto.

Cioè di soldi che serviranno a comprare le costosissime protesi che le permetteranno di muoversi meglio, con meno dolore, con più facilità.


Sono in tanti che stanno provando a darle una mano, (tra cui i vigili urbani di Terni, i dipendenti della Treofan, e la onlus I Pagliacci).


Per sostenere Anna Leonori si può donare sul conto corrente di Banca Intesa San Paolo (IT20G0306914413100000001302).


Fonte:


https://www.corriere.it/buone-notizie/19_aprile_11/appello-anna-il-tumore-inesistente-l-amputazione-4-arti-469a733e-5c44-11e9-b6d2-280acebb4d6e.shtml?campaign_id=A100&refresh_ce-cp

42 visualizzazioni

LEGGI I LIBRI DI FRANCO STEFANINI

  • Facebook - Black Circle
  • YouTube - Black Circle